Posted on

Scegliere il passeggino gemellare migliore: per la comodità dei piccoli e dei genitori

Non si può che gioire per l’arrivo di un bebè o anche di una coppia di gemellini; resta però il fatto che è necessario organizzarsi bene per offrire ai piccoli tutto quello che serve. E poiché sono tante davvero le offerte in commercio ci si deve orientare bene fin da principio e non gettarsi a capofitto negli acquisti senza una precedente pianificazione e preparazione. 

Vi serve un passeggino gemellare per portare i piccoli a passeggio ma non sapete come orientarvi nella scelta? Allora anzitutto dedicate un po’ del vostro tempo alla lettura di questo sito https://passegginipergemelli.it/ e avrete molte informazioni utili.

Ad esempio potrete scoprire che esistono due grandi categorie di passeggino gemellare: quello di tipo affiancato e quello del tipo “in linea”.

Quale è la differenza? Come dice il nome, il primo propone la seduta dei piccini uno accanto all’altro in modo che entrambi abbiano pari possibilità di guardarsi attorno. Il secondo modello è invece disposto in modo che i gemellini siano uno dietro l’altro, in fila; una definizione alternativa infatti è di passeggino “tandem” o “a trenino” con l’inconveniente che uno dei gemelli sta seduto davanti e può vedere tutto tranquillamente mentre quello seduto dietro ha una visuale parziale e ridotta e questo può essere fonte di ansia e di stress da parte del piccino.

Quindi la scelta del modello di passeggino è già indicativa di come si intende gestire il rapporto con i piccoli.

Il primo modello inoltre propone una certa difficoltà di movimento a causa di un ingombro maggiore rispetto al secondo, proprio per la posizione dei due seggiolini, un ingombro che può essere difficile da gestire se ci si deve muovere all’interno di ambienti stretti, accedere ad ascensori non troppo ampi, muoversi su strade non sempre larghe a sufficienza.

Il secondo invece permette una più agevole mobilità perché si svolge in lunghezza anziché in larghezza anche se il peso finale, per il genitore che deve anche caricare e scaricare il passeggino dall’auto, resta praticamente uguale mentre i sedili sono entrambi posizionabili diversamente.