Posted on

Nelle spazzole rotanti è dal cilindro che esce la magia della piega perfetta

Quante volte abbiamo dovuto optare per una piega fatta a casa con strumenti poco idonei ad una resa finale soddisfacente. Il tempo, il lavoro, l’urgenza sono spesso le ragioni per cui decidiamo per una piega fatta a casa adattandoci anche ad un risultato di ripiego.

Adesso però avete sentito parlare delle novità della tecnologia: le “spazzole rotanti” e avete deciso che possono essere la soluzione. Per maggiori informazioni prima di scegliere il prodotto da acquistare, il consiglio è leggere spazzolarotante.it un sito dove troverete indicazioni utili per un acquisto adatto soddisfacente.

Le spazzole rotanti, definite anche “modellanti”  sono diventare rapidamente un elemento irrinunciabile per le donne perché consentono quella indipendenza necessaria a chi deve sempre da lottare contro il tempo e fornendo semplicità e risultati validi.

Sono quindi le protagoniste di una “rivoluzione” nell’hair stylist grazie al quella tecnologia che permette loro di unire due azioni distinte, ovvero l’asciugatura e la piega. Il parrucchiere, infatti, con grande abilità riesce con una mano a tirare i capelli con la spazzola mentre con l’altra li asciuga con l’aria calda del phon. Un’abilità del genere caratterizza anche la spazzola rotante che riesce con un unico movimento ad asciugare i capelli bagnati dando loro la piega giusta.

Realizzate in genere in ceramica e tormalina, sono spazzole di grande sicurezza dove il protagonista è il “cilindro”. In base al suo diametro determinerete il risultato finale della piega. Tanto più è grande e tanto più ampie, sinuose e morbide saranno le vostre onde, tanto più sarà piccolo tanto più i capelli creeranno ricci stretti e boccoli per un aspetto finale più sbarazzino.

Per sostenere il lavoro delle spazzole, dovrete poi conoscere la dimensione del vostro capello che potrà essere grosso e forte, fino e sottile con una resa che sarà ottimale se adopererete anche gli accessori forniti nella confezione fra cui ad esempio lo “ionizzatore” che vi toglierà quello sgradito effetto “crespo” e il “convettore” che permetterà di dirigere il getto di aria calda o fredda per conferire una durata maggiore alla piega.